sabato 18 agosto 2012

La Nasa e il nodosauro

In un campus della Nasa nel Maryland è stata ritrovata l'impronta di un nodosauro, un dinosauro erbivoro vissuto all'inizio del Cretacico superiore. L'impronta è stata lasciata 112 milioni di anni fa, è larga 35 centimetri e l'animale che l'ha lasciata doveva essere lungo tra 4,5 ed i 6 metri.
A fare la clamorosa scoperta è stato Roy Stanford, un cacciatore di dinosauri, che ha già scoperto più di mille impronte e ritrovato un fossile di cucciolo di nodosauro accanto al campus dell'Università del Meryland. La scoperta è stata confermata dal paleontologo David Weishampel, della John Hopkins University nonché consulente per il film "Jurassic Park".
Posta un commento

Bulgaria, ancora sorprese dall'antica Philipopolis

Plovdiv, la statuetta trovata negli scavi (Foto: podtepeto.com) I resti di un bambino di circa tre anni e di due anziani sono stati t...