sabato 31 agosto 2013

Una pelle di pecora di 4000 anni fa in Scozia

Gli archeologi ritengono di aver fatto un'importante scoperta nelle Highlands: si tratta di una pelle di pecora di 4000 anni fa che è, forse, l'esempio di pelle di pecora più antico ritrovato in Gran Bretagna. Il reperto è stato rinvenuto, nel 2011, insieme con una cista sepolta a Spinningdale, sulla costa meridionale del Sutherland. Gli archeologi ed i ricercatori hanno condotto accurate indagini sul reperto e solo ora hanno pubblicato i risultati a cui sono giunti.
Nel luogo dove è emerso il reperto è stata ritrovata una sepoltura dell'Età del Bronzo, contenente uno scheletro in posizione rannicchiata con i resti di una pelle di pecora che, probabilmente, gli avvolgeva il corpo. E' stata ritrovata anche una cista di pietra cavata al centro. Lo scheletro è poi risultato essere quello di una donna di 35-50 anni, con i segni evidenti di una malattia articolare e vertebrale.
E' stata proprio la pelle di pecora, avvolta attorno allo scheletro della donna, ad essere il ritrovamento più importante poiché si tratta del primo esempio del genere in Scozia e del primo esempio conosciuto scoperto in una sepoltura dell'Età del Bronzo in Gran Bretagna. La cista che accompagnava la defunta conteneva delle sostanze di origine non botaniche, un osso cremato non identificato e parte di un piccolo anello.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...