giovedì 19 settembre 2013

Un cavallo dell'Età del Ferro in Norvegia

Resti di letame e ferri di cavallo ritrovati in Norvegia
I resti di un cavallo dell'Età del Ferro sono stati ritrovati in un ghiacciaio a duemila metri di quota sulle montagne della Norvegia. E' la prima volta che i resti di un cavallo vengono trovati ad una quota simile.
La scoperta è stata fatta in agosto ed è avvenuta grazie allo scioglimento delle nevi e delle calotte polari, che stanno restituendo quanto hanno custodito finora. Il cavallo ritrovato serviva, probabilmente, per cacciare. Il team di archeologi che ha effettuato la scoperta ha già rinvenuto, in precedenza, letame di cavallo risalente a mille anni fa e alcuni ferri di cavallo. Quest'anno un'altra scoperta, della stessa squadra di archeologi, ha fatto scalpore: quella di una tunica di lana intatta risalente a 1700 anni fa.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...