domenica 16 novembre 2014

Torna alla luce una fontana medioevale a San Gimignano

San Gimignano, fonte medioevale, ambiente sotterraneo
(Foto: sienafree.it)
Durante i lavori di pulizia a San Gimignano, dai cespugli è spuntata, a sorpresa, una fonte medioevale. Secondo l'archeologo Mennucci, già nel 1251 si cercavano le vene per la costruzione della fonte che, a seguito del progressivo interramento, è stata chiusa nel 1923.
La fonte è tornata visibile grazie all'opera di alcuni addetti dell'amministrazione comunale che si stavano occupando della manutenzione dell'area di Bagnaia, non lontana dalle mura cittadine. Gli operai si sono trovati davanti un piccolo casotto con una scala del 1923 (vi sono dei graffiti sull'intonaco che recano questa data). La scala porta ad un ambiente sotterraneo con volta a botte.
La fonte è citata in documenti d'archivio a partire dal 1251. Faceva parte di un sistema di Fonti Pubbliche costruite nel corso di venti anni intorno alla metà del '200. La fonte, quasi interamente in mattoni, è integra. La sua vasca misura circa 3,5 x 6 metri. Presto sarà effettuato un sopralluogo con tecnici ed esperti della Soprintendenza per i Beni Stori Artistici e Etnoantropologici di Siena e Grosseto.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...