domenica 21 agosto 2016

Cambridge, antiche scarpe apotropaiche

Le scarpe trovate in un muro dell'Università di Cambridge
(Foto: Cambridge Archaeological Unit)
Il 1° agosto, durante l'installazione di cavi elettrici in una sala comune al St. John College, uno dei collegi che compongono l'Università di Cambridge, è stata trovata una scarpa di pelle da uomo, corrispondente all'attuale misura 38 (la 6 del Regno Unito). La scarpa è stata trovata all'interno di una parete, tra un camino e una finestra, ha specificato l'archeologo Richard Newman di Cambridge. E' stata probabilmente collocata in quella posizione durante i lavori di ristrutturazione tra la fine del 1600 e la metà del 1700. "Data la sua posizione, è molto probabile che sia stata messa lì per svolgere un ruolo protettivo a favore del Maestro del Collegio", ha detto Newman. "Potrebbe anche essere stata una delle sue scarpe".
La pratica di nascondere le scarpe nelle pareti è una tradizione che risale almeno al 1300, secondo il Northampton Museums & Art Gallery, che mantiene un database di circa 2.000 scarpe nascoste e ritrovate a partire dal 1950. Secondo tale censimento sono state rinvenute in molti paesi europei, in Australia e in nord America. La maggiore concentrazione è stata rilevata nel New England e negli stati nordorientali che furono colonizzati originariamente da popolazioni provenienti dalla regione dell'East Anglia, in Inghilterra.
Le calzature nascoste, secondo una superstizione, scongiurano gli spiriti maligni, forse perché le scarpe hanno assunto la forma del piede del proprietario e, pertanto, contengono un pò del suo spirito. La scarpa che veniva tipicamente nascosta era quella di un bambino, molto usata, di solito nascosta in un camino, una parete o sul tetto.
Quella ritrovata a Cambridge è una scarpa sinistra che misura circa 24 centimetri di lunghezza. Era stata indossata abbastanza a lungo da presentare un buco nella suola, ma è complessivamente ben conservata. E' stata trovata nella zona della Seconda Corte del collegio, in una stanza dove gli accademici senior spesso si ritrovano a consumare il pranzo. L'edificio in questione è stato completato nel 1602, ma gli archeologi pensano che la scarpa sia stata posta più tardi, durante la fase di ristrutturazione degli interni.
Le scarpe occultate sono un esempio di gesto apotropaico, un gesto magico con lo scopo di scongiurare il male e la sfortuna. Sono state trovate scarpe nascoste anche in un monastero svizzero e in un manicomio del Northamptonshire. Una è stata ritrovata nell'Hampton Court Palace sul Tamigi. E' stata trovata una scarpa nascosta dietro il coro della cattedrale di Winchester, dove fu posta nel 1308, e anche in quella di Ely, in Inghilterra e in una chiesa battista nel Cheshire.

Fonte:
livescience.com
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...