venerdì 9 marzo 2012

Un nuovo aspetto degli Etruschi in mostra

L'elmo crestato in esposizione ad Asti
Dal 17 marzo e fino al 15 luglio 2012 a Palazzo Mazzetti ad Asti, sarà possibile visitare la mostra "Gli Etruschi, l'ideale eroico e il vino lucente", curata da Alessandro Mandolesi dei Musei Vaticani e da Maurizio Sannibale, dell'Università di Torino. La mostra si propone di affrontare il tema del rapporto socio-culturale tra gli Etruschi e l'area del Mediterraneo greco-orientale.
Gli Etruschi furono i mediatori di temi, oggetti, iconografie e ritualità eroiche dal mondo greco a quello italico e romano poi. Attraverso gli Etruschi arrivarono in Italia tecniche artigianali come la produzione di ceramiche artistiche, sistemi di produzione agricola come la viticoltura e l'ovicoltura, ma anche simboli religiosi come la barca solare, l'uso della scrittura, i ruoli sociali espressi attraverso l'ostentazione della ricchezza.
La mostra presenterà 300 oggetti, in maggior parte reperti inediti valorizzati attraverso restauri o riletti dopo essere stati "liberati" dai magazzini. Circa 140 di questi reperti provengono dal Museo Gregoriano Etrusco. La prima sezione della mostra riguarderà il rapporto tra gli Etruschi e le popolazioni stanziate nella valle del Tanaro. Esempio ne è un bellissimo elmo crestato villanoviano in bronzo, ritrovato ad Asti alla fine dell'Ottocento, frutto di contatti commerciali e militari tra l'Etruria e l'area celtica dell'Italia nord-occidentale. La seconda sezione analizza i cerimoniali greco-orientali del banchetto e del simposio attraverso servizi ceramici di pregio, arredi e opere pittoriche e scultoree.
Per l'occasione sarà totalmente ricostruita la "Tomba della Scrofa Nera" e sarà ricomposto, per la prima volta dopo la scoperta ottocentesca il sarcofago dei Vipinana da Tuscania, le cui parti erano state smembrate per alimentare il collezionismo antiquario. La terza sezione prende in esame alcune immagini degli Etruschi: teste votive provenienti da santuari, dal bambino in fasce all'anziano, fino a due volti grotteschi usciti dai depositi dei Musei Vaticani.

Info:
visite da martedì a domenica: h. 9.30 - 19.30 (lunedì chiuso)
Tel. 199.75.75.17
www.palazzomazzetti.it
Tel. 02.43353522
e-mail: servizi@civita.it

Sui contenuti della mostra:
Tel. 335.6175139
e-mail: etruschi@fondazionecrasti.it
sito web della mostra: www.etruschiadasti.it

Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...