sabato 5 maggio 2012

Un tempio romano...per caso

Gli archeologi dell'Università di Bonn al lavoro nel nuovo sito
Alcuni studenti di archeologia hanno effettuato un imprevisto e sorprendente ritrovamento durante una lezione di scavo: un tempio romano che si trovava in una zona dove non si pensava potesse esservi un centro urbano.
Alcuni professori dell'Università di Bonn avevano organizzato un finto scavo archeologico in un cantiere per insegnare agli studenti i metodi di scavo. Certo non si aspettavano di trovare le fondamenta di un edificio di 2000 anni fa, immerso nel denso fango argilloso. Gli archeologi hanno capito che si trattava di un tempio di epoca romana, il cui pavimento era disseminato di cocci, alcuni dei quali risalivano all'800 a.C.. L'edificio era, forse, parte di una ricca residenza di campagna. Era costruito in legno o argilla, ma sono state ritrovate anche tegole e chiodi di ferro.
In precedenza gli storici hanno sempre pensato che l'unico insediamento della zona si trovasse vicino al Reno, ma il nuovo, fortunato, ritrovamento sembra suggerire che la gente vivesse anche lontano dal fiume, in questa zona attualmente chiamata Poppelsfdorf. Il lavoro è destinato a proseguire.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...