sabato 6 ottobre 2012

Sciti e Sarmati in Kazakistan

Il cantiere di scavo nella regione di Shymkent
Gli archeologi hanno fatto una scoperta davvero unica nella regione di Shymkent, in Kazakistan: una sepoltura Saka (scita) con due dischi d'oro con raffigurazioni di vita marina. La sepoltura risale, con tutta probabilità, ad un periodo compreso tra il IV e i II secolo a.C.. Questo ritrovamento nella terra degli antichi Sarmati, fa pensare che in passato vi possa essere stata una commistione tra le due genti.
Nella tomba erano state seppellite due persone. Uno degli scheletri non si è ben conservato e le sue ossa sono state, forse, disperse dai tombaroli. L'altro scheletro appartiene ad una donna, forse una schiava. All'interno della sepoltura gli archeologi hanno anche trovato moltissimi frammenti di ceramica che stavano ad indicare la ricchezza del corredo.
Altri tumuli sono ancora da scavare e gli archeologi sperano che possano riservare altre sorprese. I lavori nella zona proseguiranno per altri due anni.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...