sabato 3 novembre 2012

Scoperta la tomba di Shert Nebti, principessa d'Egitto

La sepoltura della principessa Shert Nebti
In Egitto è stata riportata alla luce la tomba di una principessa egiziana risalente al 2500 a.C.. La sepoltura è stata trovata a sud de Il Cairo, a darne l'annuncio il ministro per le antichità Mohamed Ibrahim: "Abbiamo scoperto l'anticamera della tomba della principessa Shert Nebti, che contiene quattro colonne di calcare", ha detto.
Le colonne hanno iscrizioni geroglifiche che hanno permesso di dare un nome alla donna che era seppellita nella tomba. A scoprire l'ultima dimora di Shert Nebti è stata una missione archeologica cecoslovacca finanziata dall'Università di Praga e diretta da Miroslav Bartas.
Gli archeologi cecoslovacchi hanno anche scavato un corridoio a sudest dell'anticamera, che conduce ad altre tombe delle quali due sono state già identificate: si tratta delle sepolture di funzionari di alto livello, tra cui un "grande difensore della legge" e un "ispettore dei servi del palazzo", come recitano le iscrizioni.
Le sepolture risalgono tutte alla V Dinastia. Il corridoio conteneva quattro sarcofagi di calcare nei quali erano deposte le statuette di quattro uomini, uno accompagnato da suo figlio, due statuette maschili accompagnate da una statuetta femminile ed una statuetta maschile deposta da sola.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...