venerdì 19 aprile 2013

Kit per la cura del tracoma in Gran Bretagna

L'impero romano nella sua massima estensione
E' di epoca romana una toeletta composta da pinzette, raschietti e altri attrezzi che, per lungo tempo, sono stati ritenuti coadiuvanti della bellezza femminile. Ora si è accertato che questi erano, invece, degli strumenti chirurgici, utilizzati per il trattamento di un particolare tipo di Chlamydia che infetta gli occhi.
Gli strumenti in questione sono stati ritrovati un pò in tutta la Gran Bretagna e risalgono ad un periodo compreso tra il 43 e il 410 d.C., quando l'isola era sotto il controllo romano. Essi somigliano agli strumenti estetici moderni e a quelli utilizzati nel trattamento del tracoma, la principale causa della cecità anche nel mondo moderno.
"Il tracoma è una malattia che ha afflitto l'uomo per millenni", ha affermato Wendy Morrison, ricercatrice presso l'Istituto di Archeologia dell'Università di Oxford. "Abbiamo esempi provenienti dalla moderna Africa ed altri esempi, storici, dall'India che mostra proprio questi utensili - pinzette e raspe - utilizzati per pulire le palpebre afflitte dalla malattia".
I kit ritrovati comprendono una pinzetta, dei cucchiaini, utilizzati con tutta probabilità per la rimozione del cerume, strumenti per pulire le unghie, sonde, smerigliatrici (che servivano a schiacciare le sostanze utilizzate per i cosmetici).
Il tracoma irruvidisce la superficie interna della palpebra e induce le ciglia a ripiegarsi. Palpebre e ciglia, quindi, arrivano a graffiare la cornea e questi graffi possono portare alla cecità. Il tracoma ha infettato gli esseri umani fin dalla preistoria: tracce della malattia sono state rinvenute sulle ossa di alcuni uomini primitivi australiani vissuti nel 12.000 a.C.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...