venerdì 31 maggio 2013

Il celeste ferro degli dèi...

Gli oggetti in ferro meteorico
rinvenuti in Egitto
I ricercatori hanno scoperto che un antico oggetto egiziano è stato confezionato con ferro meteorico. Un articolo sul Meteoritics & Planetary Science spiega come gli antichi Egizi riuscirono a ricavare il ferro millenni prima della prova della fusione dello stesso nella regione.
Il reperto è uno dei nove che sono stati ritrovati nel 1911 in un cimitero di Gerzeh, a circa 70 chilometri a sud del Cairo, e risale al 3300 a.C. circa. Il ferro contenuto nel reperto aveva un alto contenuto di nichel. Per capire se il materiale provenisse o meno dallo spazio, la dottoressa Diane Johnson, della Open University di Milton Keynes, nel Regno Unito, ed i suoi colleghi hanno utilizzato la microscopia elettronica e la tomografia computerizzata. Le analisi hanno dimostrato l'alta concentrazione di nichel nel reperto, riconducibile ad una provenienza spaziale del ferro con cui è stato forgiato l'oggetto ritrovato.
La prima prova per la fusione del ferro in Egitto è stata documentata nel VI secolo a.C. e solamente pochissimi manufatti in ferro antecedenti a questa data sono stati ritrovati nel Paese. Tutti provengono da sepolture di personaggi di alto rango quale, ad esempio, Tutankhamon. Il ferro è stato strettamente associato alla regalità ed al potere. Ancora più prezioso il ferro meteorico, considerato come come una sorta di residuo fisico degli dèi caduto sulla terra.
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...