giovedì 11 luglio 2013

Un pozzo romano in Inghilterra

Gli archeologi dell'Università di York, in Inghilterra, affermano di aver scoperto un pozzo romano ben conservato nei pressi di Heslington. Il pozzo pare essere stato in uso per diverso tempo a partire dal tardo IV secolo d.C. fino agli inizi del V secolo d.C.
Già dall'Età del Bronzo il luogo era frequentato per attingere acqua alle numerose sorgenti presenti. Il pozzo romano, però, a differenza di quelli che lo hanno preceduto, è stato accuratamente progettato in muratura di buona qualità. Le pietre, calcare, provengono con tutta probabilità dalla vicina fonte di Malton, a 30 chilometri a nordest del sito.
Il pozzo conteneva più di 1.000 pezzi di ceramica romano-britannica, tra cui due vasetti quasi completi e un certo numero di ossa di pecore, bovini, cavalli, cervi e persino un cane. Un'alta percentuale di ossa reca segni di macellazione. Una parte del materiale presente mostra segni di essere stato deposto come offerta votiva.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...