venerdì 13 settembre 2013

Sorprese dal sottosuolo di Alessandria d'Egitto

Le tombe appena scoperte ad Alessandria d'Egitto
(Foto: Egypt Independent)
Nella zona orientale di Alessandria d'Egitto sono stati trovati i resti di alcune sepolture nonché quelli relativi ad un monumento funebre. A fare la scoperta è stato il Dipartimento di Antichità di Alessandria d'Egitto.
Gli archeologi hanno ispezionato diversi elementi, tra i quali alcune cisterne, i resti di diverse ceramiche ed una lapide. I reperti sono stati immediatamente trasportati al museo della città. Tutti risalgono ad epoca romana.
Mostafa Rushdy, responsabile del Dipartimento di Antichità di Alessandria e Beheira, ha dichiarato che la scoperta effettuata non è che l'ennesima dimostrazione che Alessandria d'Egitto era la città più grande del Mediterraneo dopo Roma.
Posta un commento

Civiltà mesoamericane sterminate dalla Salmonella

Fu la febbre tifoide , scatenata da un ceppo letale di Salmonella , a sterminare le popolazioni indigene di Messico e Guatemala dopo l&...