sabato 5 ottobre 2013

Sorprese archeologiche a Verona

Il cantiere dove sono emersi i resti di muro romano
(Foto: L'Arena di Verona)
Un'interessante e sorprendente scoperta è stata fatta a Verona. In uno scavo per dei lavori edili, alla profondità di appena due metri, sono emerse delle pietre e poi un antico muro romano piuttosto compatto. Immediatamente è intervenuta la Soprintendenza.
Nell'area, destinata ad essere edificata, non si pensava potessero emergere resti archeologici. Ora si stanno effettuando i necessari rilievi per meglio studiare i resti e per capire a cosa servisse il muro appena ritrovato. Da un primo sopralluogo fatto dalla funzionaria responsabile della tutela della Soprintendenza ai Beni Archeologici, Brunella Bruno, sembrerebbe che i resti possano essere attribuiti ad una villa romana oppure ad una sorta di necropoli, dal momento che oltre alle pietre sono emerse anche delle ossa, frammenti di resti umani.
Se si tratta dei resti di una domus romana, si potrebbe parlare di un'abitazione suburbana, costruita fuori dall'area abitata. Ma gli scavi, al momento, non possono né confermare né smentire quest'ipotesi. La Soprintendenza, nel frattempo, ha ordinato un ampliamento della zona di studio.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...