venerdì 11 aprile 2014

Preistoria scozzese

Un esempio degli oggetti ritrovati in Scozia
(Foto: Historic Scotland)
Oltre 5.000 manufatti in selce sono stati recuperati in un campo ad Howburn, in Scozia, nel South Lanarkshire, nel 2005. Studi successivi hanno datato il loro utilizzo a 14.000 anni fa. Prima di questo ritrovamento la più antica testimonianza della presenza umana in Scozia risaliva a 13.000 anni fa e proveniva da una grotta, oramai distrutta, di Argyll.
Gli strumenti in selce ritrovati in Scozia sono molto simili ad analoghi strumenti ritrovati nella Germania settentrionale e in Danimarca meridionale, risalenti allo stesso periodo. I risultati definitivi dello studio dei reperti saranno pubblicati il prossimo anno.
I cacciatori che hanno lasciato per i posteri questi oggetti in selce arrivarono in Scozia probabilmente al seguito delle mandrie di cavalli selvaggi e renne, che si riversarono nel Paese a seguito di un miglioramento delle condizioni climatiche. Condizioni che peggiorarono, però, 13.000 anni fa.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...