mercoledì 14 maggio 2014

La fertile terra del Messico...

La necropoli rinvenuta in Messico, nello stato di Zacatecas
(Foto: Inah)
Le tombe a pozzo ritrovate recentemente nella parte meridionale dello stato messicano di Zacatecas erano note sin dal 1950, ma non erano state sufficientemente scavate. Quest'anno l'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (Inah) hanno partecipato ad un recupero archeologico della necropoli.
Le operazioni di recupero sono iniziate nel 2009, con la scoperta di una camera funeraria rimasta intatta per circa 1600 anni. Nella terra sono stati ritrovati i crani di 28 persone e diversi scheletri appartenenti prevalentemente ad individui adulti, anche se sono stati riconosciuti i resti di due adolescenti e otto bambini. La maggior parte degli scheletri sono stati composti in posizione distesa, ma i ricercatori non sono ancora riusciti a stabilire se tutti gli individui siano stati deposti in momenti diversi o se siano stati vittime di un sacrificio collettivo.
Nelle sepolture, tra gli oggetti, sono stati ritrovati tre gusci di lumaca, due dei quali sono stati lavorati fino ad ottenerne degli oggetti musicali, un braccialetto di conchiglie e migliaia di perline di materiali diversi. Molti di questi oggetti sono ora in restauro. 
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...