giovedì 24 luglio 2014

Gaelici di Spagna

La chiesa di Santiago a Betanzos, in Galizia
(Foto: progael.com)
E' stata ritrovata una iscrizione gaelica incisa su un contrafforte della chiesa galiziana di Santiago, a Betanzos, costruita nel XIV secolo. L'iscrizione è scolpita nel granito grezzo ed è posta a circa 5-6 metri dal livello del pavimento. Il suo significato pare non essere riconducibile ad alcun soggetto religioso, ma pare piuttosto correlata alla lingua parlata all'epoca in Galizia. Il significato sarebbe "zona di lingua gaelica".
Il Libro della Presa d'Irlanda (Lebor Gabàla Erenn) afferma che i gaelici fondarono una città di nome Brigantia, con una torre. Brigantia fa riferimento alla Brigantium dei romani, nota come La Coruna, sulla costa nordoccidentale della Galizia. La città venne conquistata da Giulio Cesare nella sua campagna del 61-59 a.C.. Gli storici irlandesi ritengono che in Galizia si parlasse la stessa lingua che era parlata in Irlanda.
A pochi metri dall'iscrizione trovata in Spagna compare una croce di cavaliere templare, scolpita sullo stesso contrafforte. Con la croce compaiono un paio di forbici. L'iscrizione, la croce e le forbici sembrano essere state incise nello stesso periodo. L'iscrizione è la prima del genere ritrovata in Galizia.
Posta un commento

Antiche incisioni nel deserto egiziano

Le iscrizioni trovate nei pressi del villaggio di El-Khawy, in Egitto (Foto: english.ahram.org.eg) Una missione archeologica dell' ...