sabato 6 settembre 2014

La nave più antica del mondo?

Ricerche archeologiche sottomarine promosse dal Centro di Ricerca dell'Università di Ankara per l'Archeologia Marittima (Ankusam), hanno portato al ritrovamento di navi affondate la cui datazione va dal II secolo a.C. al periodo ottomano. Le scoperte sono state fatte nello specchio d'acqua prospiciente la città di Izmir, l'antica Smirne.
Una delle imbarcazioni sembra risalire a 4000 anni fa e se ciò fosse confermato dal completamento delle indagini archeologiche, si tratterebbe della più antica nave affondata mai scoperta nel Mediterraneo.
Il Professor Hayat Erkanal, responsabile degli scavi per l'antica città sottomarina di Clazomene e direttore dell'Ankusam, ha affermato che il porto risale al VII secolo a.C.. Clazomene era una città costiera e questo spiega il motivo per il quale le navi ritrovate appartengono a diverse epoche. Un terremoto dell'VIII secolo d.C. ha inabissato la città.
Altre due imbarcazioni si contendono il titolo di "imbarcazione più antica del mondo". Si tratta della nave di Uluburun, al largo delle coste di Kas, che ha 3500 anni di età e l'imbarcazione di Hatshepsut, quinto faraone della XVIII Dinastia, di 150 anni più antica della precedente. Se si conferma la datazione della nave ritrovata nelle acque turche a 4000 anni fa, sarebbe una pietra miliare molto importante per l'archeologia. Al momento devono essere rimossi, dall'imbarcazione, il sale e i microorganismi che vi si sono depositati nei secoli.
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...