mercoledì 19 novembre 2014

Lo splendido mosaico di Plotinopolis

Parte del mosaico scoperto a Plotinopolis, in Grecia
(Foto: terraeantiqvae.com)
Gli archeologi hanno scoperto un'altra parte del maestoso mosaico delle terme romane di Plotinopolis, nel nord della Grecia. Il mosaico ricopre una superficie di circa 140 metri quadrati dei quali ne sono stati scoperti, a tutt'oggi, circa 90.
Il mosaico mostra delle figure marine: centauri, delfini, sirene e il giovane Evros, figlio del re di Tracia Cassandro, che emergono dalle acque. Il pezzo di mosaico scoperto di recente, invece, mostra due cavallucci marini e due amorini incorniciati da pannelli decorati con uccelli e motivi naturalistici.
Il mosaico è realizzato in tessere di vetro ed è circondato da foglie di edera e da viticci che, a detta degli archeologi, rimanda a motivi dionisiaci. La datazione del manufatto è stata fissata ad un periodo compreso tra la seconda metà del II secolo e l'inizio del III secolo d.C.. Era collocato in un ambiente adibito a bagno pubblico, erroneamente identificato, all'inizio, come il triclinio di una villa di lusso. Nello stesso luogo sono stati trovati altri manufatti che hanno fatto pensare che, durante il periodo paleocristiano (IV-V secolo d.C.) qui era stata installata una fabbrica di ceramiche.
Plotinopolis venne fondata da Traiano agli inizi del II secolo d.C. e prese il nome della moglie dell'imperatore, Plotina. Divenne una delle città più importanti della Tracia. Non lontano dal luogo del rinvenimento del mosaico, nel 1965, alcuni soldati greci hanno ritrovato un busto in oro dell'imperatore Settimio Severo.

Posta un commento

I misteri di Machu Picchu...

Gli archeologi al lavoro a Machu Picchu (Foto: Verònica Isabel Calvo Nino) Alcuni archeologi che stanno lavorando a Machu Picchu , hann...