mercoledì 18 febbraio 2015

Mostra sul genio artistico di Piero della Francesca

Una delle pagine del trattato di Piero della
Francesca (Foto: Ansa)
(Fonte: Ansa) - Non solo genio assoluto della pittura quattrocentesca, ma anche grande matematico e architetto, Piero della Francesca sarà al centro della mostra che dal 14 marzo al 14 giugno porterà a Reggio Emilia, negli spazi di Palazzo Magnani, l'intero corpus grafico del maestro della prospettiva.
Riuniti per la prima volta, si potranno ammirare 11 codici, in latino e volgare, affiancati da dipinti, disegni (uno di Michelangelo), modelli dei suoi studi ortogonali di teste umane o capitelli.
"Una mostra dal grande livello di approfondimento", ha detto il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, intervenuto alla presentazione della stampa. Con il titolo "Piero della Francesca. Il disegno tra arte e scienza", l'importante esposizione prende infatti le mosse da un tesoro custodito nella Civica Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia, vale a dire il "De Prospectiva Pingendi", uno dei trattati più importanti del pittore di Sansepolcro. Del resto, ha spiegato Iris Giglioli, presidente della Fondazione Magnani, una delle priorità della sede espositiva della Provincia è quella della valorizzazione del patrimonio custodito nei musei e nelle istituzioni. Senza contare che il codice di Piero, in questa copia impreziosita da appunti e note per mano del maestro, si inserisce in un ambito particolarmente caro alla Fondazione, quello della trasversalità tra saperi scientifico e umanistico.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...