martedì 12 maggio 2015

Trovato in Bulgaria il giocattolo più antico d'Europa?

La cicogna scoperta a Zlatograd, in Bulgaria
(Foto: ancient-origins.net)
E' stato scoperto a Zlatograd, in Bulgaria, un antico artefatto in bronzo che gli archeologi ritengono essere il più antico giocattolo per bambini mai ritrovato in Europa. Si tratta di una testa di cicogna mobile, con gli occhi in pietre dure, posta su una sorta di treppiede. Il giocattolo risalirebbe al 1500-1200 a.C., quando i Traci, una popolazione indoeuropea, abitavano la penisola balcanica. Il manufatto è stato trovato con altri reperti archeologici dalla gente del luogo. A Zlatograd, in precedenza, erano state individuate tracce di santuari e tombe scavate nella roccia.
Si pensa che la costruzione di giocattoli per bambini risalga al Pleistocene. Alcuni archeologi suggeriscono che anche gli ominidi smussavano le pietre per renderli giocattoli due milioni di anni fa. Uno studio pubblicato nel 2014 sul Journal of Archaeology di Oxford ha fornito la prova che i bambini neanderthaliani giocavano con sassi giocattolo.
La prova più valida della costruzione di un giocattolo è stata trovata in Egitto e risale al 3000 a.C. circa. I bambini egiziani giocavano con bambole dotate di parrucche che avevano volti e membra mobili. Avevano anche animali scolpiti in avorio, osso, legno, ceramica o pietra che avevano anch'essi membra mobili. Più tardi i bambini greci si divertivano a giocare con i primi, rudimentali, puzzle.
Non tutti sono convinti che la cicogna trovata a Zlatograd sia il giocattolo più antico d'Europa. L'archeologo Nikolay Ovcharov è del parere che la cicogna in bronzo potrebbe, piuttosto, essere un'icona religiosa.
Posta un commento

Trovato il palazzo di Dario a Pasargade

La sala delle udienze a Pasargade (Foto: Proprio in questi giorni gli archeologi iraniani stanno riportando alla luce una nuova meravi...