domenica 7 giugno 2015

Ricostruito il volto di un sassone

Ricostruzione del volto dell'uomo sassone rinvenuto nel
Castello di Lincoln (Foto: University of Dundee)
Ricercatori ed esperti dell'Università di Dundee hanno ricostruito il volto di un sassone sepolto, più di mille anni fa, nella chiesa del castello di Lincoln.
L'uomo aveva tra i 36 ed i 45 anni, al momento della morte, e venne sepolto con otto persone in un periodo temporale che va dal 1035 al 1070, prima della conquista normanna dell'isola. Il cranio era la parte meglio conservata. L'uomo aveva sofferto di una serie di malattie degenerative delle ossa, il che ha suggerito che aveva dovuto condurre una vita piuttosto faticosa. Il corpo era stato sepolto in una cassa di legno, avvolto in un panno. Le analisi isotopiche sulle ossa e i denti suggeriscono che le origini dell'uomo sono da collocarsi nell'Inghilterra orientale, probabilmente nel Lincolnshire.
Tra gli oggetti trovati negli scavi del castello, vi sono un sarcofago in pietra calcarea e l'ala di un'aquila di bronzo romana del I secolo d.C., che saranno presto oggetto di una mostra.
Posta un commento

In mostra le lamine d'oro di Tutankhamon

Una delle lamine d'oro di Tutankhamon (Foto: english.ahram.org.eg) Il Ministro Egiziano delle Antichità , Khaled el-Enany , ha inau...