sabato 19 novembre 2016

Emergono nuove strutture a Parthicopolis, in Bulgaria

Le strutture appena scoperte a Parthicopolis, parte della stoà e del
cardo massimo (Foto: Sandanski Museum of Archaeology)
Gli archeologi bulgari hanno trovato la stoà, un passaggio pubblico coperto e colonnato, la strada principale e la rete fognaria della città tardoantica di Parthicopolis, durante gli scavi nei pressi di Sandanski, nel sudovest della Bulgaria.
Il team archeologico del Museo di Archeologia di Sandanski ha ritrovato le colonne della stoà di Parthicopolis ed una sezione di 12,5 metri di lunghezza del cardo massimo, la strada principale della città, orientata nord-sud. Queste scoperte risalgono al V-VI secolo d.C., all'epoca dell'imperatore bizantino Giustiniano I il Grande (527-565 d.C.).
Parthicopolis era, nel IV-VI secolo d.C., un importante centro regionale della più grande provincia romana di Macedonia. E' anche stata un importante centro del cristianesimo primitivo ed è stata nominata nel concilio di Nicea. La città venne distrutta dalle invasioni barbariche, forse dagli Slavi che hanno tentato di catturare Tessalonica nel VI secolo d.C.
La sezione di cardo massimo trovata, è pavimentata con lastre di granito di grandi dimensioni, tutte ben conservate. Ogni lastra misura tra 0,45 e 0,80 metri in lunghezza e larghezza. Parte del sistema fognario di Parthicopolis è ben conservata sotto la strada principale. In precedenza gli scavi avevano riportato alla luce una colonna della stoà con un'iscrizione del tempo di Caracalla (211-217 d.C.) che nomina Marco Aurelio Capitoniano e Terenziana Giulia quali donatori delle colonne della stoà. Sono stati trovati anche diversi manufatti in ceramica e vetro ed anche monete.
Vicino agli scavi antichi vi è il complesso paleocristiano di Sandanski, che comprende due basiliche - la Basilica Vescovile e la Basilica del vescovo Giovanni - un martyrium ed un pozzo sacro noto anche come ayazmo, che è stato recentemente restaurato nell'ambito di un progetto finanziato dall'Unione europea.

Fonte:
archaeologyinbulgaria.com
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...