lunedì 11 settembre 2017

Giordania, minisilos rituali di stoccaggio

Il modello di silos per il grano trovato a Tel Tsaf (Foto: Yosef Garfinkel)
Scoperto a Tel Tsaf, nella Valle del Giordano, un tipo unico di recipiente che testimonia i primordi dell'agricoltura nel Vicino Oriente antico. Si tratta di un contenitore di 7200 anni fa, utilizzato per immagazzinare ritualmente gli alimenti. Una sorta di silos in miniatura.
Il contenitore in ceramica è testimone di un particolare uso religioso e forse politico della conservazione degli alimenti nel Vicino Oriente, secondo i ricercatori dell'Università di Haifa e dell'Istituto Archeologico tedesco di Berlino. Il contenitore è decorato con sfere rosse ed è unico nel suo genere sia dal punto di vista del periodo storico che dal punto di vista geografico.
Il vaso è stato trovato in frantumi due anni fa, in una stanza che sembra collegata ad una sepoltura complessa contenente un numero senza precedenti di semi di grano ed orzo antichi di duemila anni. Recentemente il vaso è stato riassemblato e si pensa che possa essere stato un modello per contenitori più grandi, un oggetto rituale, insomma.
Le prove dell'esistenza di depositi di grano rituali sono stati scoperti in altre antiche società vicino orientali, come l'antico Egitto e la Mesopotamia. Tuttavia il contenitore appena scoperto è più antico di questi ultimi. Il vaso di Tel Tsaf è la prova del collegamento tra i depositi di cibo su larga scala e l'esistenza di un rituale legato alla conservazione dei prodotti agricoli.
L'insediamento di Tel Tsaf, vicino al fiume Giordano e situato nell'attuale Giordania, risale al 5400-4700 a.C. Il sito, secondo i ricercatori, offre le condizioni ideali per studiare i cambiamenti nelle economie familiari e la complessità sociale emergente durante le fasi formative del Tardo Calcolitico. Il sito venne identificato nel 1940 durante l'indagine archeologica nella Valle di Beit She'an. Il primo scavo dettagliato è avvenuto tra il 1978 e il 1980 ed ha rivelato due periodi di occupazione del sito: il Neolitico e il Calcolitico precoce. Un'altra serie di scavi è stata portata avanti tra il 2004 e il 2007 ed ha portato alla scoperta di prove di insediamento del Medio e Tardo Calcolitico precoce.
Gli scavi attuali sono stati iniziati nel 2013, quali progetto congiunto multidisciplinare tra l'Istituto Zinman di Archeologia dell'Università di Haifa e il reparto di archeologia euroasiatica dell'Istituto Archeologico tedesco di Berlino.

Fonte:
timesofisrael.com
Posta un commento

Pahos, nuove scoperte dagli scavi

Paphos, le conchiglie di murice venute alla luce in uno degli ambienti scavati nel 2018 (Foto: Dipartimento delle Antichità di Cipro) I...