domenica 4 agosto 2019

Ungheria, trovata una sepoltura regale medioevale

La cattedrale di Pécs, in Ungheria, e gli scavi
(Foto: MTI/Tamàs Sòki)
L'archeologo capo ungherese Zsolt Tòth ha dichiarato di aver trovato la sepoltura del re ungherese Péter Orseolo nella cripta della cattedrale di Pécs. Gli archeologi hanno scoperto i resti di una necropoli romana e le mura della prima cattedrale voluta da Orseolo costruita sulla sepoltura di quest'ultimo. Del sovrano, però, non sono state trovate le ossa, probabilmente collocate altrove nella cripta.
Gli scavi hanno anche permesso di appurare che la religione e la cultura cristiana hanno lasciato importanti tracce in questa regione già a partire dal IV secolo d.C.
Dopo la morte del figlio, il re Santo Stefano I d'Ungheria, nel 1031, scelse suo nipote, Péter Orseolo , figlio del doge veneziano Ottone Orseolo e di Geiza, sorella di Stefano, nel 1038. Questi, però, dovette fuggire dal paese a causa di conflitti al suo interno. Péter Orseolo venne incoronato re d'Ungheria due volte, nel 1038 e nel 1044, quando, grazie all'intervento e all'aiuto dell'Imperatore del Sacro Romano Impero Enrico III, riuscì a riconquistare il trono.
Dopo una rivolta pagana, Péter Orseolo venne catturato da Andràs I, suo successore, venne accecato ed imprigionato. Alcuni ritengono che il deposto sovrano sia morto dopo l'accecamento, nel 1046, altri ritengono che si sposò e morì nel 1059.

Fonte:
hungarytoday.hu

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...