martedì 20 marzo 2012

Antiche incisioni in Sudafrica

Il frammento di ocra ritrovato in Sudafrica
Nella grotta del fiume Klasies, in Sudafrica, è stato ritrovato un pezzetto di ocra con una serie di incisioni lineari che gli archeologi ritengono essere la più antica incisione al mondo. Il pezzetto di ocra risale a circa 100.000 anni fa ed era associato a resti umani, quasi certamente è stato inciso da un Homo Sapiens.
Il frammento di ocra misura circa 7 centimetri di lunghezza e contiene una serie di grandi linee incise e diverse. Gli studiosi cercheranno di capire se le incisioni abbiano un valore simbolico. Disegni simili su ocra sono stati rinvenuti nella grotta di Blombos, sempre in Sudafrica, e su frammenti di guscio di uova di struzzo a Diepkloof Rock Shelter.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...