domenica 26 agosto 2012

Tombe del misterioso regno Shangshung

Rovine di Shangshung
Recentemente sono state rinvenute quattro tombe nella regione autonoma del Tibet, che si crede risalgano ad un antico regno che prosperò nel paese più di duemila anni fa. Nelle tombe sono stati ritrovati cofanetti in legno con resti umani, oggetti in rame, scheletri di animali che si ritiene siano stati seppelliti come elementi sacrificali.
Gli archeologi cinesi sono convinti che le tombe sono posizionate in quello che era il centro dell'antica Shangshung, che era la città principale del Tibet del VII secolo. Le tombe sono vicine ad un monastero Bon. La religione Bon precedette, in Tibet, quella buddista. Fu introdotta nel paese dall'India nel VII secolo. I suoi seguaci adoravano gli "spiriti della natura", come le montagne ed i laghi. Il regno di Shangshung si crede sia stata proprio la culla della religione Bon, un centro culturale e politico molto importante.
Rovine di Shanshung
Le spade ritrovate nelle tombe provengono dalle regioni centrosettentrionali della Cina, mentre una maschera d'oro, sempre ritrovata all'interno di una delle quattro sepolture, proviene dal nord dell'India. Già nel 2005 i monaci avevano ritrovato pettini, utensili da cucina in rame, piante carbonizzate e pezzi di seta con dipinte delle scritte. Questi reperti risalgono ad un periodo compreso tra i 1.800 ed i 2.200 anni fa, all'epoca della Dinastia Han Occidentale (206 a.C. - 24 d.C.). I frammenti di seta appartenevano, con tutta probabilità, a doni fatti da imperatori cinesi.
Le ossa di cavalli, bovini ed ovini ritrovate nelle sepolture appena scoperte stanno ad indicare il grado di potere e di agiatezza raggiunto dai proprietari delle tombe. Una di queste ospitava i resti di quattro o cinque persone mentre nelle altre tre era sepolto un cadavere ciascuna.
Afferma una leggenda che vi erano due regni chiamati Shanshung dove fiorì la religione Bon. Uno era in Tsada, nel Ngari e l'altro era nella contea di Qingzhong, a Nakchu. Le rovine di quest'ultimo si affacciano sul lago sacro di Dangra Yumtso, alle spalle della montagna sacra alla religione Bon, il Daguo.
Posta un commento

La tempesta Ophelia fa scoprire un antico scheletro

I resti scoperti su una spiaggia irlandese (Foto: Jim Campbell) Resti scheletrici che si ritiene risalgano all' Età del Ferro sono...