giovedì 16 agosto 2012

Tombe paleocristiane a Maryport

Gli scavi di Maryport
E' il secondo anno che una squadra di archeologi dell'Università di Newcastle ed alcuni volontari guidati dal direttore del progetto, professor Ian Haynes, stanno facendo scoperte a Maryport, in Inghilterra, che mettono in discussione diverse teorie archeologiche.
Negli scavi sono stati ritrovati frammenti di ossa, una collana di perle di vetro e frammenti di un antico tessuto in sepolture paleocristiane rivelate proprio di recente. Nel luogo, in precedenza, erano stati ritrovati ben 17 cippi di altare lo scorso anno.
Il cimitero paleocristiano recentemente scavato sembra sia stato in uso contemporaneamente ai cimiteri di Whithorn e Hoddom, nel vicino Dumfriesshire, tra il V e il VII secolo d.C. Si attendono i risultati degli esami al radiocarbonio per essere più precisi.
La fine dell'impero romano non portò ad un rapido degrado delle istituzioni amministrative e al caos generalizzato. L'amministrazione finì, invece, per concentrarsi in piccoli centri e si cercò di mantenere le cose al meglio possibile. In questo contesto la religione cristiana svolse un ruolo molto importante, perché contribuì a mantenere saldi i legami tra le persone in momenti sicuramente molto difficili.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...