lunedì 19 agosto 2013

Riemergono le antiche fortificazioni di Ashdod

Resti delle antiche fortificazioni di Ashdod
(Foto: Philip Sapirstein/TAU)
Un gruppo di archeologi guidati dal Dottor Alexander Fantalkin, della Tel Aviv University, ha annunciato la scoperta di un sistema di fortificazioni dell'VIII secolo a.C. che potrebbe essere il più grande del Mediterraneo. Con il sistema di fortificazioni sono emerse monete, pesi e parti di edifici di epoca ellenistica. La scoperta è stata fatta a Tel Ashdod Yam, dove si trovava, un tempo, il porto della città palestinese di Ashdod (l'attuale Ashdod è poco distante dall'antico sito).
Le tracce di fortificazioni emerse sono in mattoni di fango e sono il cuore di un sistema di dighe che, insieme, formavano una fortificazione a forma di ferro di cavallo a protezione di un molo artificiale.
Gli archeologi sono rimasti sorpresi del grado di conservazione di queste strutture, che risalgono a 2750 anni fa. I testi assiri descrivono una ribellione contro il dominio assiro in Palestina risalenti proprio a quel periodo storico. Probabilmente le fortificazioni sono legate, in qualche modo, a quegli eventi. Per ora non è ancora chiaro se queste rudimentali difese siano state edificate dagli Assiri o dai locali.
Dopo la ribellione da parte dei Filistei, antichi abitanti dell'allora Palestina, gli Assiri, nel 712 a.C., inviarono nella regione un esercito. Il re filisteo che si era ribellato fuggì, allora, in Egitto. Queste vicende sono narrate sia nella Bibbia che nelle fonti assire.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...