martedì 10 giugno 2014

Periferia romana delle meraviglie

L'ambiente riscaldato rinvenuto a Tor Vergata
(Foto: Quotidiano.net)
A Tor Vergata, nella periferia est di Roma, è stata fatta una scoperta straordinaria dagli studenti dell'Università di Tor Vergata. Si tratta del complesso termale di quella che promette di essere una grande villa suburbana.
Dallo scavo sono emersi centinaia di frammenti provenienti da pavimentazioni musive e da stucchi dipinti e affreschi figurati. Gli archeologi hanno potuto ipotizzare che le stanze fossero dipinte di celeste, blu, verde acqua, giallo, rosso e nero. E' stata rintracciata anche un'ampia cisterna sotterranea a bracci, nonché un ambiente con piccoli pilastri a base quadrata (suspensurae) e un sistema di coibentazione delle pareti mediante tegulae mammatae, tutti elementi tipici degli ambienti destinati ad essere riscaldati contenendo al massimo la dispersione termica.
Le strutture sono state datate ad un ambito cronologico che gravita attorno al I secolo d.C. e si estendevano, è stato stimato, su una superficie di almeno 5000 metri quadrati. Nello scavo è tornata alla luce anche una moneta di età giulio-claudia che è, al momento, all'analisi degli esperti. Si cercano ulteriori reperti che possano identificare il proprietario di questa villa sontuosa. Sicuramente si tratta di un facoltoso romano.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...