sabato 14 giugno 2014

Un'antica sepoltura riemerge in Oman

La sepoltura ritrovata in Oman (Foto: Ministero dei Beni e delle Attività
Cutlurali dell'Oman)
Gli archeologi hanno riportato alla luce in Oman, in un sito non lontano da Sinaw, una struttura che potrebbe rivelarsi importantissima per lo studio della civiltà della valle dell'Indo. Si tratta della tomba di un uomo sepolto con spada e pugnali in ferro e acciaio, acciaio che - secondo alcune fonti - sarebbe stato invento nella valle dell'Indo.
La sepoltura risalirebbe a 2300 anni fa, è sotterranea e il defunto che vi riposava doveva avere intorno ai 50 anni di età. Accanto alla sua tomba erano stati sepolti anche due cammelli, un maschio e una femmina, sacrificati dopo la morte dell'uomo. Le pareti della sepoltura degli animali sono in pietra. L'uomo è stato deposto poco lontano dagli animali. La sua spada era di 88 centimetri di lunghezza ed i pugnali erano stati posti a destra ed a sinistra dei fianchi. Una tunica ed un berretto di lana sono stati deposti insieme al defunto.
Il manico della spada era coperto con avorio lavorato a formare il becco di un'aquila. Gli archeologi pensano che l'uomo fosse il capo di una tribù e basano le loro convinzioni sia sulla spada che era sepolta con lui che con il mantello che faceva parte del suo corredo funebre. Sotto la testa aveva anche un cuscino ed indossava scarpe in cuoio.
La scoperta è stata effettuata durante uno scavo di salvataggio voluto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali in collaborazione con il Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni, che stavano operando sul progetto di costruzione del percorso stradale Sinaw-Mahout-Duqm.
Insieme alla tomba di quello che sembra essere un capo tribù, è emerso anche un cimitero che contiene circa 35 sepolture appartenenti a due periodi diversi: una parte delle sepolture risale al III millennio a.C., un'altra al I millennio a.C.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...