domenica 12 ottobre 2014

Un insolito reperto in una sepoltura medioevale in Polonia

Il calcolo vescicale ritrovato in una sepoltura medioevale polacca
(Foto: Livescience.com)
Una misterioso reperto a forma approssimativa di rene è stata ritrovata in un cimitero medioevale polacco. L'analisi accurata ha rivelato che si tratta di un calcolo vescicale. Il ritrovamento è avvenuto a Danzica, città sulla costa baltica della Polonia settentrionale, dove gli scavi del 2001 hanno permesso il ritrovamento di un cimitero medioevale con un migliaio di sepolture.
Il cimitero è stato utilizzato per circa 800 anni e le vecchie sepolture sono state spesso rimosse per far posto a nuovi defunti. Il reperto ritrovato di recente è stato individuato tra i resti mal conservati di quattro defunti: una donna tra 20 e i 39 anni di età, un uomo di circa 40-50 anni, un adolescente ed un feto. I ricercatori non sono in grado, al momento, di datare la sepoltura, ma pensano che si tratti di sepolture di X-XIV secolo.
L'insolito reperto ha una lunghezza di circa 3,9 centimetri e pesa circa 6,87 grammi. Una volta che i ricercatori hanno tagliato quella che sembrava, a prima vista, una pietra, hanno scoperto che, all'interno, conservava strati concentrici di colore giallo, caratteristica dei calcoli vescicali. Si pensa che uno dei tre individui accanto a questo grande calcolo ne sia, per così dire, il "proprietario" (si esclude che possa essere il feto).
Dai bordi piuttosto grezzi e porosi del calcolo si ritiene che sia stato generato da un'infiammazione batterica molto aggressiva che è stata, molto probabilmente, causa della morte di chi l'aveva. Non è il caso più antico di calcolo scoperto. Più di un secolo fa l'egittologo Grafton Elliot Smith trovò quella che si può considerare la più antica prova di calcoli alla vescica tra i resti del bacino di un adolescente sepolto in Egitto nel 4800 a.C.
Posta un commento

Sicilia, nuove scoperte nella villa di Realmonte

Gli archeologi sul sito dell'antica villa di Realmonte, in Sicilia (Foto: USF) Gli archeologi hanno scoperto nuovi reperti di un...