domenica 14 dicembre 2014

Impronte di 2500 anni fa a Volterra

Gli scavi della Soprintendenza a Volterra
(Foto: Il Tirreno)
Gli scavi archeologici che si stanno svolgendo a Volterra, hanno restituito, congelato nel tempo, un momento di vita quotidiana. Si tratta delle impronte di piedi di un adulto e di un bambino che qui hanno camminato 2500 anni fa.
Lo scavo in cui sono apparse queste tracce di vita, serve per i lavori di ampliamento di alcuni edifici della Cassa di Risparmio di Volterra. Le orme sono state impresse nell'argilla e risalgono al VII secolo a.C.. Volterra, dunque, era abitata sin da prima della comparsa degli Etruschi.
Le impronte sono state trovate su uno strato di argilla sotto le fondamenta degli edifici. Le buche di argilla, secondo i ricercatori, risalgono ad un periodo compreso tra il IX secolo a.C. e il I secolo d.C., ed erano utilizzate per la decantazione. Nello stesso scavo sono state riempite ben 450 cassette di reperti.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...