martedì 9 dicembre 2014

Un pozzo in fondo al mare

Gli archeologi mentre sgombrano le sabbie che coprono
il sito di scavo (Foto: J. McCarthy)
Nei pressi di Haifa, in Israele, è stato parzialmente scavato un pozzo subacqueo di 7500 anni fa. Il pozzo si trova a cinque metri di profondità, a causa di un innalzamento del livello del mare avvenuto in epoca preistorica.
La struttura forniva acqua potabile all'antica civiltà neolitica che viveva nel sito di Kfar Samir, nei pressi di Haifa. I pozzi costituiscono un ritrovamento molto importante per gli archeologi, perché quando vennero dismessi, costituirono dei ricettacoli di tutto quello che una civiltà può gettar via. Questo permette ai ricercatori di capire come vivessero gli uomini che utilizzavano quel pozzo e quelli dopo di loro, cosa mangiassero e come si vestissero. Molto probabilmente il pozzo di Kfar Samir era già stato abbandonato quando venne ricoperto dalle acque.
Gli archeologi sperano di trovare presto fibre vegetali, semi e qualunque cosa possa loro dare maggiori indicazioni sulla civiltà che viveva nei pressi di Haifa in età Neolitica.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...