sabato 31 gennaio 2015

Tracce della guerra punica ritrovate in Spagna

Gli studenti spagnoli che stanno lavorando
a Vilar de Valls (Foto: Universitat de Barcelona)
Gli studenti del corso di laurea in archeologia dell'Università di Barcellona hanno scoperto i resti di una costruzione iberica. Si tratta di un fossato di 2200 anni, che difendeva la città iberica di Vilar de Valls, l'antica Valis, a Tarragona.
Secondo Jaume Noguera, direttore dello scavo, e Jordi Lòpez, esperto di archeologia classica, il sito potrebbe essere stato distrutto dai Romani durante la seconda guerra punica (218-202 a.C.), che oppose Roma a Cartagine per l'egemonia sul Mediterraneo.
Il progetto degli archeologi che stanno operando sul sito è quello di mappare la zona che è risultata ricca di reperti: monete cartaginesi, proiettili di piombo ed altro, che stanno ad indicare la presenza di truppe cartaginesi. I territori catalani erano, infatti, molto importanti durante il conflitto romano-cartaginese.
La presenza cartaginese nella zona di Tarragona dei resti che mostrano una distruzione violenta potrebbero essere collegati ad una delle tante battaglie che caratterizzarono la seconda guerra punica.
Posta un commento

I misteri di Bryn Celli Ddu, Galles

Bryn Celli Ddu, la tomba neolitica sull'isola di Anglesey (Foto: Alamy Stock) Gli archeologi hanno scoperto, sull' isola di Ang...