domenica 22 febbraio 2015

Il bambino di Detmold

Il bambino di Deltmond (Foto: ancient-origins.net)
Un'antica mummia peruviana, chiamata il bambino di Detmold, risalente a 6500 anni fa, sta svelando parte dei suoi segreti. Recenti analisi tramite Tac ha rivelato dettagli sull'età, la salute e le cause della morte del neonato.
Il bambino è stato scoperto con gli occhi chiusi, le braccia conserte e le gambe ripiegate. Aveva un piccolo pendente piatto in osso posto intorno al collo. I ricercatori del Museo di Stato di Lippe, nella città tedesca di Detmold, dove è custodita la mummia del bambino, coadiuvati da specialisti in malattie cardiache e diabetiche, hanno appurato che il piccolo è morto tra gli 8 e i 10 mesi di vita e soffriva di una rarissima malformazione cardiaca congenita. Questa sindrome, nota come sindrome del cuore sinistro ipoplasico (HLHS), è una malattia genetica per la quale il lato sinistro del cuore non si sviluppa completamente. Questa sindrome porta alla morte dell'individuo durante i primi anni dell'infanzia.
Il bambino di Delmond soffriva anche di una grave carenza di vitamina D (turricefalia) che porta ad una forma anormale del cranio. Oltre a questo è stata riscontrata, nella piccola mummia, un'infezione polmonare causata da tubercolosi o polmonite che avrebbe ulteriormente aggravato la già difficile condizione cardiaca.
Posta un commento

Scavi in Israele identificano una città asmonea

Monete scoperte sul sito (Foto: Dipartimento della terra d'Israele, Herzog College) Monete , ceramiche e bagni rituali recentement...