lunedì 23 marzo 2015

Scoperta un'enorme maschera di Pan in Israele

La maschera in bronzo di Pan ritrovata ad Hippos Sussita
(Foto: Newswise.com)
Una maschera di bronzo di grandi dimensioni raffigurante il dio Pan è stata scoperta nel Parco Nazionale di Hippos Sussita, da una missione archeologica dell'Università di Haifa.
A detta del Dottor Michael Eisenberg maschere in bronzo di queste dimensioni sono piuttosto rare e solitamente non rappresentano Pan o una delle altre divinità greco-romane. La maggior parte delle maschere in bronzo note sono, infatti, di dimensioni ridotte.
Ultimamente gli scavi di Hippos Sussita stanno riservando molte soddisfazioni agli archeologi. Nel 2011 è stata rinvenuta una scultura raffigurante Ercole, poi una lapide in basalto con il busto di un defunto ed ora la maschera in bronzo di Pan. Nel medesimo scavo che ha restituito questo straordinario reperto è stata scoperta una palla per balista in calcare, un materiale diverso dal più comunemente utilizzato basalto. Probabilmente, ipotizzano gli studiosi, si tratta di un proiettile lanciato all'interno delle mura cittadine da una balista nemica.
La maschera di Pan era completamente ricoperta di terriccio e di vegetazione. E' stata identificata anche grazie alle corna, tipiche di questa divinità. Una pulizia accurata in laboratorio ha rivelato fili di barba di capra, orecchie a punta e altre caratteristiche che hanno confermato l'identificazione con Pan. La maschera giaceva accanto ad una struttura in basalto con parete spesse che sembra sia di origine romana. I ricercatori ritengono che sia molto probabile che un altare a Pan sorgesse all'interno della città, sulla strada principale.
La città di Paneas, a nord di Hippos Sussita, aveva uno dei santuari più complessi dedicato a Pan, all'interno di una grotta. I riti dedicati a questa divinità dei boschi comprendevano, oltre ai sacrifici, anche l'adorazione estatica e gare di bevute. Gli archeologi, ora, stanno scavando la struttura di basalto accanto alla quale è stata trovata l'enorme maschera, sperando di scoprire anche le finalità per le quali è stata edificata. "Forse, in un periodo successivo, durante la Pax Romana, quando le fortificazioni della città non venivano utilizzate, quest'edificio venne trasformato in un luogo di culto per il dio dei pastori e, forse, quello che abbiamo trovato è parte di una magnifica fontana", ha dichiarato il Dottor Eisenberg.
Hippos Sussita si trova a circa 2 chilometri ad est del Mar di Galilea. Lo scavo è diretto dal Dottor Michael Eisenberg per conto dell'Istituto Zinman di Archeologia dell'Università di Haifa, in collaborazione con archeologi provenienti da Israele e da altri stati esteri.
Posta un commento

I misteri di Machu Picchu...

Gli archeologi al lavoro a Machu Picchu (Foto: Verònica Isabel Calvo Nino) Alcuni archeologi che stanno lavorando a Machu Picchu , hann...