mercoledì 1 luglio 2015

Antica impronta digitale trovata in Danimarca

L'impronta di 5500 anni fa ritrovata in un vaso in Danimarca (Foto: Line Marie Olesen/Museo Lolland-Falster)
In un fiordo ad est di Rodbyhavn, vicino a Lolland, in Danimarca, gli archeologi hanno rinvenuto i frammenti di un vaso di 5500 anni fa accompagnato da tre bicchieri. All'interno di uno di questi reperti è stata trovata un'impronta digitale.
Line Marie Olesen, una delle più importanti archeologhe del Museo di Lolland-Falster, ritiene che i bicchieri fossero stati utilizzati, in origine, per dei rituali. Il vaso doveva contenere cibo o liquido parte anch'esso del rituale il cui ricordo, però, si è perso nel tempo. Gli artigiani che hanno realizzato questi manufatti erano estremamente abili nelle decorazioni e l'impronta digitale deve essere stata accidentalmente lasciata sulla superficie interna del vaso dall'artigiano che l'ha realizzato.

Nessun commento:

Tracce di monete bizantine sulla Sindone

Le microparticelle aspirate dalla Sindone di Torino, composte da una lega di oro e di argento con residui di rame (elettro bizantino) (Fot...