lunedì 31 agosto 2015

Laodicea, riemergono Athena e Giano

Le teste di Athena e Giano, ritrovate a Laodicea (Foto: AA)
Nella città di Laodicea, nella provincia turca occidentale di Denizli, sono state scoperte le teste di due statue sepolte a dieci metri di profondità nel terreno. Si tratta della testa di Athena, la dea greca della ragione, dell'artigianato, delle arti e della letteratura, e della testa di Giano, il dio romano degli inizi, delle transizioni, sepolte entrambe sotto Stadium Street.
Gli scavi nella città più grande della provincia di Denizli, Laodicea, dunque continuano. Qui la Bibbia colloca ben sette chiese. Si pensa che le statue rinvenute siano state sepolte dai contrabbandieri d'arte per poter essere recuperate in seguito. Risalgono entrambe al II secolo d.C.
Il Professor Celal Simsek, responsabile degli scavi e direttore del Dipartimento di Archeologia dell'Università di Pamukkale, ha affermato che le attività agricole nella regione sono state interdette dal 2003, quando sono iniziati gli scavi. "Prima che iniziassero gli scavi, i cacciatori di tesori hanno trovato le teste e le hanno seppellite nuovamente", ha detto il Professor Simsek. "Credo che fossero alla ricerca di un compratore".
Gli scavi dello scorso anno hanno portato alla luce pesi per telai e panni in lana antichi di 1500 anni. Poi sono stati scoperti i materiali utilizzati per tingere questi artefatti ed ora compare la testa di Athena, divinità femminile che sovrintendeva ai lavori di tessitura. Probabilmente intorno al luogo del ritrovamento ci saranno altri frammenti pertinenti le sculture ritrovate.
Posta un commento

Un antico torchio per l'uva nel deserto del Negev

Il torchio di Ramat Negev (Foto: D. Dagan, Israel Antiquities Authority) Nella regione del Negev , in Israele , è stato scoperto un gr...