martedì 4 agosto 2015

Scoperto il santuario di Apollo a Despotiko

Ricostruzione dell'antico recinto del santuario di Apollo a Despotiko
(Foto: Ministero Greco della Cultura)
Gli scavi archeologici sull'isola greca disabitata di Despotiko, al largo dell'isola di Antiparos, nell'Egeo, hanno riportato alla luce reperti importanti per la conoscenza delle dimensioni e dell'organizzazione del santuario arcaico che vi sorgeva un tempo.
Gli archeologi hanno iniziato lo scavo del sito nel 1997, sotto la supervisione di Yiannos Kouragios. A poco a poco sono emerse le tracce di un grande santuario che si pensava risalente al VI secolo a.C.. I recenti scavi, condotti intensamente, hanno fornito approfondimenti più dettagliati dell'organizzazione di questo antico luogo di culto.
Il santuario era dedicato al dio Apollo e, contrariamente a quanto si era pensato, risale ad un periodo compreso tra il IX e l'VIII secolo a.C.. Sono stati scavati un totale di 13 edifici, nel corso degli anni, ma l'ultima stagione di scavo ha rivelato una facciata con ornamenti di un edificio di 35 x 15 metri.
Le scoperte, nel loro complesso, comprese quelle di altre strutture limitrofe, suggeriscono che il sito del santuario venne ampliato e ricostruito più volte durante il periodo classico ed ellenistico. Nell'ultima campagna di scavo, oltre all'edificio con facciata decorata, gli archeologi hanno scoperto un complesso formato da quattro stanze, ad ovest del sito. In una delle stanze è stato trovato un grande altare in pietra e frammenti di ceramica recanti il nome di Apollo.
Un'altra importante scoperta è quella di un muro che correva da quello che un tempo doveva essere il porto dell'isolotto fino al santuario. Gli archeologi ritengono che si trattasse di un muro di fortificazione.
Posta un commento

Novità da un antico palazzo minoico sull'isola di Creta

Uno dei reperti del palazzo di Zominthos a Creta (Foto: greece.greekreporter.com) Il Ministero della Cultura greco ha pubblicato nuove ...