venerdì 23 ottobre 2015

Spagna, scavato il borgo medioevale di Arganzòn

Le sepolture medioevali di Arganzòn (Foto: ancient-origins.net)
Nella zona di Condado de Trevino, presso Burgos, in Spagna, è stato portato alla luce il borgo medioevale di Arganzòn. Gli scavi hanno permesso di trovare sepolture, case, e silos medioevali nonché un convento del XVII secolo. La scoperta è opera degli archeologi della Universidad del Paìs Vasco.
Il borgo si è rivelato ricco di edifici e corredato anche da una torre rettangolare con pareti di circa due metri di larghezza. E' stato portato alla luce anche un edificio residenziale in blocchi di pietra. E' stato individuato un grande cimitero con tombe antropomorfe delimitate da lastre di pietra e sepolture in roccia risalenti a prima dell'anno 1000. Il cimitero ospita sia bambini che adulti, praticamente l'intera comunità di Arganzòn.
Gli archeologi hanno anche individuato alcune case vicino al cimitero, in uso durante il Medioevo, nonché silos per lo stoccaggio del grano. Oltre a questi reperti, i ricercatori hanno scavato il convento francescano di Nostra Signora della Concezione, risalente al 1615. E' stato recuperato parzialmente un piano del monastero, che comprende la chiesa e il convento. Anche qui sono tornate alla luce diverse sepolture, una delle quali contiene lo scheletro di un individuo con indosso un rosario in osso. Dal monastero sono stati recuperati anche recipienti in ceramica. L'edificio religioso fu in uso fino al 1834 e venne ricostruito e restaurato più volte.
Arganzòn, che si trova alla periferia della città romana di Iruna, è stata fondata intorno al VI secolo d.C.. I primi riferimenti scritti su questo borgo medioevale partono dall'801, quando nei pressi vi venne combattuta una battaglia tra contingenti cristiani e truppe arabe. Nell'871 un documento menziona la chiesa di Santa Marìa de Arganzòn.
Il castello di Arganzòn venne costruito intorno all'anno 1000 ed è ancora in parte ben conservato. Il paese venne abitato almeno fino al XII secolo, poi venne abbandonato nel Tardo Medioevo, anche se la sua parrocchiale venne mantenuta in esercizio nei secoli successiva.
Posta un commento

Torna alla luce un antico insediamento messapico

Gli scavi nel nuovo insediamento messapico di Nardò (Foto: quotidianodipuglia.it) Un insediamento fortificato di età messapica : è l...