sabato 30 gennaio 2016

Ade torna a Morgantina

La testa di Ade da Morgantina (Foto: artslife.com)
Il John Paul Getty Museum di Malibu ha restituito la testa di Ade, detta anche Barbablù, all'Italia. Si tratta di un'opera di straordinario valore artistico, che è stata consegnata alla presenza del Console Generale d'Italia a Los Angeles e della Autorità giudiziarie italiane.
La testa venne trafugata nei pressi del Santuario extraurbano di San Francesco Bisconti a Morgantina, in provincia di Enna, alla fine degli anni '70 del secolo scorso. Venne poi esportata negli Stati Uniti illecitamente e venduta al Getty Museum nel 1985 dal collezionista Maurice Tempelsman.
La testa di Ade è realizzata in un materiale molto fragile, la terracotta, e presenta consistenti tracce di policromia, che vanno dal rosso mattone dei capelli al blu della barba. Risale ad epoca ellenistica e raffigura, con tutta probabilità, Ade.


La testa verrà esposta nel museo di Aidone, dove è già esposta la Venere di Morgantina. L'identificazione del reperto è stata resa possibile dal confronto con altri materiali e frammenti ritrovati negli scavi del santuario di San Francesco Bisconti a Morgantina. Tutto è partito da un riccioloi di ceramica blu, ritrovato proprio a Morgantina. Da quel frammento gli archeologi del Museo di Aidone sono riusciti ad accertare la provenienza della testa di Ade.
Posta un commento

Israele e gli antichi legami con l'Egitto

Israele, reperti trovati negli scavi in Giudea (Foto: Ansamed.info) Anche dopo la fuga dall'Egitto e la fine dell'esilio, la t...