martedì 19 gennaio 2016

Gli assassini del principe Bogolyubsky

Dettaglia della colonna destra dell'iscrizione trovata nella
Cattedrale russa , che elenca i nominativi degli assassini
del principe Bogolyubsky (Foto: news.discovery.com)
Alcuni restauratori che lavoravano in una chiesa russa, hanno scoperto una lista di nomi che, con tutta probabilità, sono gli assassini di Andrei Bogolyubsky, uno dei più potenti principi russi del medioevo. I nomi sono stati trovati sulla parete est della Cattedrale della Trasfigurazione del Salvatore a Pereslavl-Zalessky, a 60 chilometri da Mosca.
L'iscrizione che reca i nomi di ben venti esecutori materiali dell'assassinio del principe, narra brevemente anche quanto accadde la notte del 29 giugno 1174, quando Andrei Bogolyubsky venne accoltellato a morte nella sua camera da letto. Alexey Gippius, professore presso l'Università Nazionale per la Ricerca e Scuola Superiore di Economia ha  affermato che la scritta era una sorta di annuncio ufficiale dell'assassinio del principe e della punizione inflitta ai suoi assassini.
Il numero dei nomi conferma le informazioni pervenute dalle cronache ufficiali che, però, riportano soltanto tre dei venti nomi citati nell'iscrizione. Andrei Yuryevich, comunemente noto come Andrei Bogolyubsky (Andrea Amato da Dio), era nipote di Vladimir Monomakh, Gran Principe di Kiev nel periodo 1113-1125. Rafforzò, in qualità di principe di Rostov-Suzdal e Gran Principe di Vladimir, il nordest della nascente nazione russa che cercò di unire sotto la sua autorità.
L'assassinio del principe Bogolyubsky fu uno degli eventi più drammatici e misteriosi della seconda metà del XII secolo. L'omicidio fu la conseguenza dei conflitti sorti all'interno della élite politica di Vladimir-Suzdal, che il principe aveva trasformato in uno dei centri più importanti della Russia dell'epoca. L'iscrizione che reca i nomi degli assassini è composta da due colonne e coronata da una croce.
Posta un commento

Novità da un antico palazzo minoico sull'isola di Creta

Uno dei reperti del palazzo di Zominthos a Creta (Foto: greece.greekreporter.com) Il Ministero della Cultura greco ha pubblicato nuove ...