sabato 30 gennaio 2016

Scoperta una chiesa di V secolo in Cappadocia

Uno degli affreschi della chiesa
(Foto: AA)
Nella regione della Cappadocia, in Turchia, è stata scoperta una chiesa sotterranea. La chiesa è stata trovata durante gli scavi per la realizzazione di un progetto di edilizia urbana a Nevsehir e si trova all'interno di un'area sotterranea estesa su una superficie di 360.000 metri quadrati, in un sito archeologico che si sviluppa in 11 insediamenti.
Gli affreschi che adornano la chiesa, scene raramente ritratte dall'iconografia cristiana, raffigurano l'Ascensione e il Giudizio Universale. Gli archeologi hanno affermato che queste opere d'arte non sono state mai viste finora in altri edifici religiosi. Studi preliminari sulla chiesa fanno pensare che essa risalga al V secolo d.C.
La chiesa è parte di un complesso abitativo formato anche da case, scavate nella roccia. La città sotterranea, alla quale la chiesa appartiene, venne scoperta nel 2014 e si pensa sia la più grande città sotterranea del mondo. Alcune sue gallerie sono lunghe fino a 7 chilometri.
Parte degli affreschi della chiesa appena scoperta sono danneggiati ma gli archeologi confidano che possano essere restaurati. Al momento l'edificio è stato scavato solo parzialmente, non è ancora visibile il tetto e non se ne conosce l'altezza. I lavori sono stati interrotti al fine di proteggere gli affreschi dall'umidità invernale. Gli archeologi pensano che possano esserci altri affreschi che saranno rivelati una volta rimossa la terra che ancora riempie la chiesa. Nella parte anteriore dell'edificio ci sono raffigurazioni della crocifissione di Gesù e dell'Ascensione al cielo, unitamente a raffigurazioni di apostoli, santi e profeti.
Posta un commento

Auch, Francia: rivelata una straordinaria villa romana

Scavi alla domus romana di Auch (Foto: Jean Louis Bellurget, INRAP) Un gruppo di archeologi ha recentemente scoperto le rovine di una r...