giovedì 22 settembre 2016

Rara moneta d'oro romana trovata a Gerusalemme

La moneta d'oro con il volto di Nerone trovata in uno scavo a
Gerusalemme (Foto: UNC Charlotte)
Gli archeologi hanno scoperto, a Mount Zion, a Gerusalemme, una moneta d'oro definita "eccezionale", che raffigura l'imperatore romano Nerone. La moneta risale al 60 d.C., poco prima che i Romani distruggessero Gerusalemme, saccheggiando la città. Probabilmente proveniva dal tesoretto di una famiglia ebrea.
"La moneta è eccezionale", ha spiegato l'archeologo Shimon Gibson, "perché questa è la prima volta che una moneta d'oro di questo tipo è emersa in uno scavo scientifico a Gerusalemme. Monete di questo tipo di solito sono rinvenibili in collezioni private, dove non si possono reperire prove evidenti circa il luogo d'origine".
La moneta si trovava nelle rovine di una ricca villa del I secolo d.C.. Questa villa faceva parte del quartiere aristocratico e sacerdotale situato nella parte alta di Gerusalemme. La villa, scoperta nel 2013, conteneva anche molti gusci di lumaca di mare (Murex), dal quale si ricavava la porpora, un colorante raro e costosissimo. La scoperta, secondo il Professor Gibson, porta a pensare che membri della classe sacerdotale ebraica erano coinvolti nell'industria della tintura.
Il ricco quartiere ebraico sarebbe stato distrutto, insieme al resto di Gerusalemme, nel 70 d.C. e la moneta potrebbe essere stata persa dai soldati romani durante l'assedio.

Fonte:
livescience.com
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...