mercoledì 4 gennaio 2017

Scoperto un bastione in pietra sull'isola di Paphos

Il complesso in pietra che è al momento in fase di scavo e di studio a Paphos
(Foto: famagusta-gazette.com)
Gli scavi archeologici a Kouklia, sull'isola di Paphos, hanno rivelato, tra gli altri reperti, un antico bastione del VI secolo a.C.. Gli scavi sono condotti dall'Università di Cipro, sotto la direzione della Professoressa Maria Iacovou.
Gli scavi sono stati condotti in due fasi tra maggio ed ottobre, sull'altopiano di Hadjiabdoulla, che ospita un vasto complesso di stoccaggio dell'epoca cipriota classica. Si pensa che questo altopiano, situato ad est del santuario di Afrodite, abbia funzionato come vera e propria cittadella-palazzo reale della dinastia reale che governò la città di Paphos fino alla fine del IV secolo a.C.
Il complesso in pietra ora indagato si estende per oltre 65 metri lungo il margine settentrionale dell'altopiano. Si compone di gradoni e terrazze costruite lungo il pendio. Gli scavi hanno confermato lo stoccaggio, nel complesso litico, di olive, uva, grano ed hanno rilevato la presenza di uno strato di conchiglie di murice schiacciate sul pavimento di una delle unità. Si tratta della prima volta che i dati archeologici confermano la produzione di murice, prezioso e costoso colorante, a Cipro.
Nel 2012 indagini geologiche ed archeologiche hanno confermato che il Monte Laone, situato a 75 metri a nord del complesso di Hadjiabdoulla, è un tumulo artificiale di 100 per 60 metri, alto 114, 20 metri sul livello del mare. Il tumulo è un monumento funebre costruito al fine di preservare la memoria di individui famosi ed è molto raro a Cipro. Il materiale ceramico trovato negli strati di terra rossa di cui è formato il tumulo, hanno permesso di datare quest'ultimo al III secolo a.C., collegato, con tutta probabilità, al programma politico dei Tolomei. Tolomeo Soter aveva assunto il governo di Cipro all'inizio del III secolo a.C. ed aveva provveduto a privare della loro autonomia le città dell'isola.
Indagini archeologiche effettuate nel quartiere a sudest del tumulo ha rivelato un monumento ancora più antico. Si tratta di un bastione scavato, al momento, per 42,5 metri, con due scale poste una di fronte all'altra che probabilmente portavano a delle torri. Il materiale ceramico isolato nello scavo di fondazione tra le due scale, suggerisce che il bastione è stato costruito nel tardo VI secolo a.C., probabilmente verso la fine del periodo cipriota-arcaico.

Fonte:
famagusta-gazette.com
Posta un commento

Scavi in Israele identificano una città asmonea

Monete scoperte sul sito (Foto: Dipartimento della terra d'Israele, Herzog College) Monete , ceramiche e bagni rituali recentement...