lunedì 13 marzo 2017

Francia, l'uomo delle conchiglie e dei denti di cervo

Lo scheletro di Avignone
(Foto: Aurélie Zemour)
Lo studio su uno scheletro trovato in Francia, ad Avignone, ha permesso di individuare le decorazioni dell'indumento che indossava al momento del seppellimento. Si tratta di conchiglie marine, denti di cervo ed ocra rossa. Lo scheletro risalirebbe a ben 7000 anni fa.
Si tratta dei resti di un uomo di età compresa tra i 20 e i 50 anni alto 1,65 metri e la sua sepoltura, isolata, è emersa negli anni '70 del secolo scorso sulla sponda sinistra del Rodano. Sullo scheletro i ricercatori hanno contato 158 conchiglie marine e 16 denti di cervo, decorazioni che adornavano quella che, forse, era una tunica indossata dal defunto. Sia le conchiglie che i denti di cervo erano ricoperti di pigmenti di ocra rossa e sono stati rinvenuti nel loro allineamento originario.
La scoperta si deve agli studiosi della Bordeaux Montaigne University. Lo scheletro giaceva in una sepoltura trovata tra i resti di un edificio tardo romano o medioevali. Si era staccata con il sedimento originario derivante da alluvioni del Rodano dell'VIII millennio a.C.. Per anni è stata visibile presso il Calvet Museum di Avignone, poi nel 2009 sono state avviate nuove indagini con tecnologie laser 3D, che hanno permesso un'osservazione più approfondita del reperto.
Purtroppo non è stato possibile ricomporre integralmente lo scheletro poiché molte delle sue parti, infatti, sono andate perdute: le mani, il cranio (rivolto, forse, ad est, verso il sorgere del sole) e le ossa degli arti inferiori. I ricercatori ritengono che sia avvenuto a causa di una fossa scavata durante il medioevo e di un muro costruito in epoca successiva.
"Sepolture di questo tipo non sono affatto comuni - ha dichiarato Aurélie Zemour, studiosa della Bordeaux Montaigne University, responsabile della squadra degli scienziati che si occupano dell'indagine sui reperti - e sono da inquadrarsi in un periodo in cui c'è una certa diversità di pratiche funerarie, peraltro al momento poco comprese". Sono note, infatti, 10-12 tombe, in Francia, risalenti al Neolitico Antico.

Fonte:
liberamente tratto da famedisud.it
Posta un commento

I segreti della città abbandonata di Ayawiri

Vista dal forte abbandonato sulla collina di Ayawiri, in Perù (Foto: Elizabeth Arkush) Intorno al 1450 d.C. , gli Incas effettuarono un...