domenica 2 aprile 2017

Arte rupestre millenaria scoperta in Egitto

Le incisioni di Qubbet el-Hawa (Foto: David Sabel)
Egittologi dell'Università di Bonn hanno scoperto arte rupestre risalente al IV millennio a.C. durante lo scavo di una necropoli nei pressi di Assuan in Egitto. I fregi sono stati incisi sulla roccia sotto forma di piccoli punti, raffigurano scene di caccia e possono rappresentare un collegamento tra il Neolitico e la cultura egizia.
Per più di cento anni Qubbet el-Hawa è stata una calamita per gli archeologi. Sono stati scoperti oltre 80 tumuli sulla collina nei pressi di Assuan durante innumerevoli scavi. La storia di questa necropoli, che serviva la capitale della provincia di Elefantina, parte dal 2200 a.C. ed arriva fino al IV secolo a.C.. Elefantina era un'importante base commerciale per gli Egiziani in Nubia, qui si fecero seppellire molti nobili.
E' stato scoperto, ora, un aspetto completamente nuovo a Qubbet el-Hawa, dove gli scavi della necropoli sono stati ripresi nel 2015. Gli archeologi, guidati dal Professor Ludwig Morenz, hanno scoperto la più antica arte rupestre finora individuata in questi luoghi, risalente al IV millennio a.C.
Alcune incisioni sulle pareti rocciose sono chiaramente egiziane in termini di iconografia e di stile, mentre altri sono chiaramente pre-egiziane. Le immagini sono state incise nella roccia con strumenti appuntiti, un lavoro difficile che ora è appena percettibile, a causa dei secoli trascorsi. Si distinguono un cacciatore con un arco, un uomo che danza con le braccia alzate e uno struzzo africano. La figura che danza indossa una maschera raffigurante un uccello.
"Queste pratiche e l'associato complesso di idee è stato poco esaminato in egittologia", ha affermato il Professor Morenz. Pochi anni fa sono state individuate, presso Hierankopolis, piccole figure femminili nell'atto di danzare, le braccia alzate e maschere di uccello a coprirne il volto, oltre a maschere di argilla, tutti risalenti al IV millennio a.C.. Questi ritrovamenti sono coerenti con quelli appena scoperti a Qubbet el-Hawa e forse rappresentano il collegamento tra il Vicino Oriente Antico, il Neolitico europeo e la cultura egizia. Se fosse accertato, questa eventualità aprirebbe nuovi orizzonti alla ricerca.

Fonte:
heritagedaily.com
Posta un commento

Trovato il palazzo di Dario a Pasargade

La sala delle udienze a Pasargade (Foto: Proprio in questi giorni gli archeologi iraniani stanno riportando alla luce una nuova meravi...