domenica 2 aprile 2017

Trovato il luogo della battaglia di Salamina

Il porto di Salamina (Foto: greece.greekreporter.com)
Gli archeologi hanno scoperto il sito dove la flotta greca si riunì per la battaglia di Salamina contro i Persiani (480 a.C.), all'indomani del ritrovamento di alcuni reperti nelle acque della baia di Ampelakia.
Una squadra scientifica composta da 20 membri è stata coinvolta nella ricerca subacquea che, tra novembre e dicembre 2016, ha coinvolto la baia di Ampelakia sulla costa orientale dell'isola di Salamina. Secondo il Ministero della cultura e dello sport principale obiettivo della ricerca nel 2016 era la parte occidentale della baia di Ampelakia, dove vi era un porto commerciale e militare, in epoca classica ed ellenistica.
In questo luogo si radunò parte della flotta greca alla vigilia della grande battaglia del 480 a.C.. Vi venne costruito, in seguito, un grande monumento, il Polyandreion di Salamina, dedicato a tutti i caduti durante la battaglia. I riferimenti sulla collocazione del luogo della battaglia si trovano nelle opere del geografo Skylakos (IV secolo a.C.), del geografo Strabone (I secolo a.C. - I secolo d.C.) e di Pausania (II secolo d.C.).
Alcune evidenze archeologiche, inoltre, sono state individuate sul fondo della baia di Ampelakia. Si tratta dei resti di strutture portuali, di fortificazioni e di vari edifici. La ricerca è il risultato della collaborazione tra l'Eforato delle antichità subacquee (AEA) del Ministero della cultura e dello sport e dell'Istituto di archeologia marina (HIMA).

Fonte:
greece.greekreporter.com
Posta un commento

Egitto, trovate statue di Sekhmet

Il deposito in cui sono stati rinvenuti i frammenti delle statue di Sekhmet (Foto: english.ahram.org.eg) Un gruppo di 27 frammenti pert...