domenica 23 luglio 2017

Russia, mummia medioevale e lastre di rame

La sepoltura dell'uomo di Zeleny Yar (Foto: Alexander Gusev)
Una mummia perfettamente conservata di un adulto, ricoperto di lastre di rame dalla testa ai piedi, è stata scavata nel nord della Russia. A fianco di quella dell'adulto giaceva la mummia di un bambino. Potrebbe trattarsi di sepolture medioevali. I resti sono stati trovati vicino Zeleny Yar, sito archeologico della regione autonoma di Yamalo-Nenets.
Nel sito, quest'anno, sono state già scavate dieci sepolture, cinque delle quali integre. Le mummie appena ritrovate erano avvolte in corteccia di betulla e tessuto spesso. L'adulto era alto circa 170 centimetri ed erano state disposte, sul suo corpo, lastre di rame dalla testa ai piedi. Il bambino aveva meno di un anno, al momento della morte e sembra essere stato ricoperto dai frammenti di un calderone di rame.
Le mummie sono state inviate ad un laboratorio perché possa analizzarle con maggiore cura senza rovinare i tessuti dai quali sono ricoperti. I ricercatori pensano di sottoporre entrambe le mummie a Tac per verificarne la condizione fisica e per capire se, all'interno del tessuto che le fascia, si nascondano dei manufatti.
Le mummie di Zeleny Yar, vicine al circolo polare artico, sono state sepolte tra il VI e il XIII secolo d.C.. Già nel 2013-2017 gli archeologi russi hanno individuato e scavato 47 sepolture. Nel 2015 è stata riportata alla luce la mummia di un ragazzino di appena sette anni, sepolto nel XIII secolo avvolto in un sudario di pelliccia e corteccia di betulla, con una piccola ascia di bronzo.
Posta un commento

Emergono altri frammenti del colosso di Psammetico I

Parte posteriore del pilastro del faraone Psammetico I (Foto: Ministero delle antichità) La missione archeologica egiziano-tedesca ha ...